Contatti
Via Borgo Palazzo 137
24125 Bergamo
fimaa@ascombg.it
Tel. 035 4120304

           
Back

Casa nuova o usata, quale dovresti comprare?

Comprare casa nuova o usata?
Vantaggi e svantaggi di ciascuna scelta

L’acquisto di una casa è una scelta importante nella vita e spesso si pone il dilemma se sia meglio optare per una casa nuova o usata.

La verità è che non c’è una risposta giusta e una sbagliata.

Entrambe le soluzioni sono valide e presentano vantaggi e svantaggi che assumono una diversa importanza, a seconda della fase della vita in cui ci si trova al momento dell’acquisto.

In questo articolo, vogliamo aiutarti a prendere una decisione informata che ti permetta di trovare la casa – nuova o usata – che meglio si adatta alle tue esigenze e ai tuoi desideri.

Comprare Casa nuova

I principali vantaggi.

  • Personalizzazione degli interni (per case in costruzione)
  • Migliore classe energetica
  • Minori costi di manutenzione e gestione
  • Maggiori garanzie sulla stabilità e sull’antisismicità dell’edificio
  • Materiali di costruzione e tecnologie all’avanguardia
  • Maggiore durabilità nel tempo
  • Maggior valore economico in caso di rivendita

I principali svantaggi.

  • Prezzo al mq più elevato
  • Tempi di attesa per la consegna
  • Posizione, in genere, decentrata

È evidente che la lista dei vantaggi è più lunga di quella degli svantaggi e, in effetti, non potrebbe essere diversamente.

Oltre quelli elencati, una casa nuova assicura anche una maggior tranquillità emotiva.

Da quando se ne prende possesso e per diversi anni a venire, si può stare sereni e non doversi preoccupare di nessun intervento di manutenzione straordinaria.

Comprare Casa usata

I principali vantaggi.

  • Prezzo al mq più basso
  • Posizione centrale e più comoda ai servizi
  • Storia e fascino

I principali svantaggi

  • Eventuali lavori di ristrutturazione
  • Classe energetica più bassa
  • Manutenzione più ravvicinata nel tempo
  • Maggiori costi di gestione
  • Minore durabilità nel tempo
  • Valore di mercato che diminuisce con il passare degli anni (fino a diventare critico qualora non si intervenga sull’efficientamento energetico)

La classe energetica, infatti, è un aspetto che non può più essere ignorato a prescindere dalla Direttiva dell’Unione Europea che disciplina l’abbattimento delle emissioni di CO2. 

Considera che in Italia, secondo dati ENEA, circa 3/4 degli immobili residenziali sono in classe E – F – G, le più basse. 

Per questo, è di fondamentale importanza inserire questa valutazione quando si compra una casa usata, soprattutto se si ha intenzione di rivenderla in futuro.

Una casa di nuova costruzione mantiene un valore appetibile per il mercato per diversi anni ed ha maggiori possibilità di essere affittata ad un canone congruo.

Comprare casa nuova o usata? Come scegliere.

Ti piace la tecnologia o sei amante del fascino del passato?

Preferisci il centro o la periferia?

Ti proponiamo quattro fattori che, insieme ai vantaggi e agli svantaggi più “tecnici” che ti abbiamo elencato prima, ti possono aiutare a riflettere su quale sia la scelta che meglio si adatta alle tue esigenze, attuali e future.

  1. Esigenze abitative
  2. Budget
  3. Posizione
  4. Struttura

Valuta le tue esigenze abitative.

Case nuove:
offrono un design moderno e una pianificazione degli spazi attenta alle ultime tendenze, consentendo di godere di un ambiente fresco e contemporaneo. 
La casa è in costruzione? Potrai scegliere le finiture o anche molto di più, a seconda del costruttore al quale ti rivolgerai.

Case usate:
possono offrirti un fascino che una casa nuova non avrà mai, specie se ami non solo le case d’altri tempi come quelle di inizi novecento o ancora più antiche, ma anche corridoi e grandi stanze tipiche delle case degli anni Settanta e Ottanta.

Valuta il tuo budget.

Il budget a disposizione è un altro aspetto cruciale da considerare quando devi decidere tra una casa nuova o usata. 

Case nuove:
hanno un prezzo più alto rispetto a quelle usate. Questo è dovuto principalmente ai migliori materiali e tecnologie abitative usate. 
Un costo/mq più alto si traduce in maggiore efficienza energetica e minore bisogno di manutenzione nel lungo termine, riducendo così i costi di gestione. Significa anche più benessere domestico, in termini di salubrità degli ambienti.

Case usate:
a meno che la tua scelta si orienti verso abitazioni di pregio o storiche, le case usate garantiscono un prezzo/mq inferiore rispetto a quelle nuove. Questo significa che a parità di budget puoi permetterti una casa più grande o una posizione più ambita. 

Tuttavia, è naturale che una casa usata abbia una classe energetica più bassa, che significa costi di gestione più alti. Potrebbe richiedere ristrutturazioni nel tempo e costi di manutenzione più elevati.

Valuta la posizione dell’immobile.

La posizione dell’immobile è un fattore chiave nella decisione di acquistare una casa nuova o usata. 

Case nuove:
Le case nuove sono spesso costruite in quartieri residenziali in espansione o in zone periferiche abbastanza lontano dal centro.
A seconda del grado di sviluppo e urbanizzazione della zona, avrai più o meno accesso a tutta una serie di servizi indispensabili per una quotidianità serena. Dalle scuole, ai supermercati, dalle farmacie al godimento del tempo libero.

Case usate:
puoi trovarle in una varietà di zone, dal centro storico ai quartieri di prima cintura, sino a quelli più recenti e più lontani dal centro. 
Quartieri più datati o, addirittura, antichi, potrebbero offrirti una maggiore vicinanza a determinati servizi, a scapito di altri. Saranno le tue esigenze a dirti quali sono le strutture che ti serve avere a portata di mano per non dover correre da una parte all’altra della città.

Valuta le condizioni strutturali dell’immobile.

Un altro aspetto importante da valutare è lo stato delle condizioni strutturali dell’immobile. 

Case nuove:
offrono (se realizzate a regola d’arte) una maggiore qualità costruttiva, il che significa sapere di avere materiali all’avanguardia.
Le case nuove aderiscono anche a normative antisismiche e, da gennaio 2022, alla certificazione di “conformità digitale”.  Il così detto “bollino blu” che attesta che l’edificio è predisposto alla banda ultra-larga.

Case usate:
prima di trovare sorprese inaspettate e sgradite è fondamentale effettuare una dettagliata ispezione della struttura prima di procedere all’acquisto, in modo da rilevare eventuali difetti o necessità di riparazioni.
Tuttavia, una volta superato questo ostacolo, potresti avere l’opportunità di negoziare il prezzo in base alle condizioni attuali della casa.

Volendo allargare la prospettiva, ti ricordiamo che una casa di nuova costruzione ha un impatto ambientale minore rispetto ad una già esistente. Anche la sua stessa costruzione rispetta normative più stringenti in tal ambito.
Altri vantaggi di comprare una casa nuova.

Siamo certi di averti accompagnato in un percorso di valutazione che può aiutarti a chiarirti le idee prima di prendere una decisione.

Vogliamo concludere questa serie di considerazioni, elencandoti alcuni altri vantaggi che sono previsti quando si compra casa nuova direttamente dal costruttore.

Bonus IVA.

Per tutto il 2023, è previsto il Bonus Iva. Si tratta di una detrazione del 50% dell’Iva corrisposta, che sul nuovo è del 4%.

Per usufruire di questo sconto sull’iva, da portare in detrazione, si deve:

  • acquistare un immobile in classe energetica A o B direttamente dal costruttore o da un organismo di investimento collettivo del risparmio (OICR)
  • essere soggetto sottoposto a tassazione IRPEF
  • portare in detrazione fatture datate 2023 (salvo proroghe)

Questo vantaggio si applica anche se l’immobile è acquistato come seconda casa (anche da affittare) e anche per le abitazioni di lusso e relative pertinenze.

La detrazione è ripartita in dieci quote annuali.

Normative a tutela degli acquirenti di immobili da costruire.

Brutte esperienze accadute in passato hanno portato il legislatore, negli ultimi anni, a prevedere apposite norme a tutela dei consumatori che acquistano casa dal costruttore.

La legge sull’acquisto di immobili da costruire si applica quando il venditore sia un costruttore e cioè un imprenditore (in forma individuale o societaria) o una coop edilizia e l’acquirente sia una persona fisica (anche socio di coop edilizia).

Tra i più importanti ti vogliamo ricordare:

  • obbligo di preliminare notarile. Vi si indicano dettagliatamente capitolato, imprese sub-appaltatrici, permessi, termine lavori, pagamenti. Il notaio non stipula l’atto in assenza di polizza fideiussoria del costruttore.
  • Obbligo per il costruttore di polizza decennale a copertura di rischi e danni dell’immobile, compresi danni a terzi, a seguito di rovina totale o parziale o di gravi difetti costruttivi. Anche questa polizza è disciplinata da un modello ministeriale standard e deve essere obbligatoriamente consegnata al rogito.
  • Nuova disciplina fideiussione che può essere rilasciata solo da banche e assicurazioni e che deve corrispondere ad un modello ministeriale. La polizza di fideiussione garantisce al compratore di poter recuperare le somme versate al costruttore, quando si verifica lo stato di crisi dell’impresa. Garantisce anche il rimborso delle somme versate qualora l’impresa non consegni a rogito la cosiddetta “decennale postuma”. La fidejussione è efficace fino a quando l’assicurazione o la banca che l’ha rilasciata ricevano copia autentica dell’atto di trasferimento dell’immobile contenente l’attestazione del rilascio della polizza assicurativa decennale postuma.

Finalmente grazie a queste normative, chi acquista una casa nuova su “carta” può star tranquillo senza più timore di perdere soldi. 

Sia che tu scelga una casa nuova o usata, ricorda che ogni abitazione è un rifugio unico, pronto ad accogliere i tuoi sogni e le tue speranze. 

Scegliendo una casa, stai facendo un investimento non solo nel mattone o nelle nuove tecnologie che troverai dentro, ma soprattutto nella felicità e nel benessere tuo e della tua famiglia. 

Prenditi il tempo necessario per valutare le esigenze di tutti, i desideri e le possibilità finanziarie, in modo da trovare la soluzione abitativa che si adatta al meglio al tuo stile di vita.

Ricorda infine che consultare un professionista del settore immobiliare può offrirti preziosi consigli e supporto durante questo processo decisionale.